Struttura residenziale per persone autistiche

Le strutture

 

A Nazzano (RM) nasce la nostra struttura residenziale per ragazzi e adulti affetti da autismo.

Sappiamo che negli ultimi anni sono state avanzate molte ipotesi sulle cause che starebbero alla base dell’autismo, ma le Linee Guida del Ministero affermano che ad oggi le cause sono di fatto sconosciute. Esistono piuttosto ipotesi, alcuni percorrono ipotesi di tipo neurologico, altri seguono altre strade. Per quanto ci riguarda, la soluzione, in questa lunga fase di ipotesi, è creare qualcosa che sia positivo per il soggetto autistico e per supportare la sua famiglia.

Cosa fare dunque per fronteggiare e non indietreggiare di fronte a tutto quello che nell’autismo si presenta ai nostri occhi come un muro? A tutto quello che appare incomprensibile e inspiegabile? La nostra risposta a queste domande si è tradotta nel creare uno spazio di vita, all’interno di una comunità o di una famiglia, dove possa circolare il desiderio: un luogo dove giovani e adulti autistici si possano finalmente crescere, con i loro ritmi e le loro singolari modalità di vita. Crediamo fermamente che questo processo di crescita diviene più naturale e continuo se ogni individuo è accompagnato in questo percorso da partner animati e dal desiderio di saper fare posto alla singolarità.

Per non indietreggiare di fronte all’autismo, per farci insegnare da loro che si può stare nel circuito sociale anche in modo a volte diverso da ciò che viene concepito come “normalità”, intendiamo puntare sull’inclusione sociale attiva, rompere l’isolamento e tentare di far trovare a ciascuno il suo posto nel mondo. Il “dopo di noi” viene appunto dopo, meglio muoversi subito.

Le Strutture hanno l'obiettivo di infondere sicurezza e massima integrazione attraverso:

1La cura degli ambienti e l’organizzazione dello spazio e degli orari: curare e organizzare l’esterno per dare stabilità all’interno e per favorire la pacificazione di ciascun ospite.

2Regole comuni, certe e rispettate da tutti: creare un circuito simbolico che funziona e che sia accettabile per il soggetto autistico.

3Favorire l’inclusione attiva, la partecipazione alla vita della comunità sociale: permettere a ciascuno di mettersi al lavoro, secondo la propria peculiarità e singolarità, per essere incluso nel legame sociale.

Obbiettivi che devono essere garantiti dall’attività degli operatori. I quali hanno una preparazione specifica e vantano un’esperienza pregressa nel rapporto con persone autistiche.

 

Le due Strutture di Nazzano (RM)

Nazzano, in provincia di Roma, l’ANNAA ONLUS, grazie alla Diocesi di Civita Castellana, insieme alla Cooperativa “Il desiderio di Barbiana”, ha aperto nel maggio 2019, due nuove strutture residenziali, Antennina 00100 e Antenna  00100, dedicate all’assistenza di ragazzi autistici adulti e minorenni. Il complesso è di circa 700 m² abitabili, 6000 m² di giardino e terreno coltivabile, e nasce accanto alla splendida Chiesa di Sant’Antimo, costruita nell’anno 1000. Per i giovani ospiti che la abitano, assistiti H 24 da psicologi e operatori  specializzati nel trattamento della  sindrome autistica, l’attività di risocializzazione che punta sulla crescita delle autonomie e dell’autostima è continua. Puntiamo a costituire una comunità omogenea, che possa risultare di stimolo a un miglioramento delle condizioni di vita dei ragazzi dell'Associazione.

A Nazzano sono previsti 12 posti per i minorenni in “Antennina 00100”  e 10 posti per gli adulti inAntenna 00100”. Il diurno è di 5 posti per ciascuna struttura.

Guarda la photo gallery della Struttura di Nazzano.

 

 

 

ANNAA ONLUS - ASSOCIAZIONE NAZIONALE NO ALL'AUTISMO | C.F: 97879250583 Utilizzalo per il tuo 5xmille